Die Zeitungsfrau

26/04/2016

„Die Zeitungsfrau“ (La Giornalaia) – Un nuovo capitolo della vita del Commissario Laurenti dal 1 Agosto

Una nuova casa editrice.  „Die Zeitungsfrau“ sarà pubblicato dalla Piper Verlag di München, mentre i vecchi romanzi rimarranno Zsolnay e in edizione tascabile presso la dtv.

Questa volta il romanzo si è fatto attendere un po’ più a lungo. Per diversi motivi. Il primo risale a tre anni fa: un automobilista mi ha centrato a Monfalcone sul mio motorino mentre stavo andando a una riunione con i produttori cinematografici di cinque paesi. La convalescenza è durata quattro mesi, ma i postumi un po’ di più. Il risarcimento del danno verrà saldato a settembre, ma non sono stato improduttivo nel frattempo.

Un secondo romanzo è sulla strada. Un cambio di genere fa bene, come quello della casa editrice:  il manoscritto di un secondo romanzo è in lavorazione a cui mi dedicherò dopo la fine dell’editing e la pubblicazione in tedesco di „Zeitungsfrau“. Si tratta di un tagliente Thriller politico di cinquecento pagine dal titolo Borderless, nel quale il commissario non trova posto. La sua estensione geografica spazia dalla Cancelleria tedesca al confine tra Turchia e Siria, dal Ministero dell’Interno a Roma a Zagabria, Pullach, Salisburgo, Fiume fino a Trieste e Grado. La dimensione temporale va dai tempi della Prima Guerra Mondiale alla contemporaneità.

Una pausa per Laurenti.  Come ha giurato il medico legale Galvano in Nessuno da solo, la fedeltà parallela adesso si applica anche alla scrittura. Ma io sono così poco simile a lui, e lui così poco simile a me. Ma non vi preoccupate, tornerà in carreggiata

Editing: Lektorat: Ciò che mi rende felice è che entrambi i manoscritti saranno editati da  Christiane Schmidt, che si è già occupata della versione tedesca di  „Im eigenen Schatten“ (Il suo peggior nemico).