Premiazioni Bancarella 2014 Pontremoli

20/07/2014

Art. 1
La Fondazione Città del Libro, l’Unione Librai Pontremolesi e l’Unione Librai delle Bancarelle organizzano annualmente il Premio Bancarella, da assegnarsi a quell’opera che a giudizio dei librai, interpreti sensibili ed attenti del vasto pubblico dei lettori, abbia conseguito un chiaro successo di merito e di vendita. 

Così prescrive il regolamento del Premio Bancarella che per la premiazione finale torna, dopo la serie di appuntamenti a Ravenna, Cesena, Sesto San Giovanni e Carrara, nella città dove è nato più di sessant’anni fa: Pontremoli, lo splendido paese toscano nelle valli della Lunigiana.

Appuntamento il 20 luglio alle ore 21 in piazza della Repubblica a Pontremoli , quando il notaio aprirà le buste contenenti i voti dei 200 librai della giuria del 62° Premio Bancarella e finalmente si scoprirà il nome del vincitore. Teniamo quindi le dita incrociate in attesa di conoscere i risultati!

Piccola storia del Bancarella 

Il Bancarella nasce, come è noto, da una tradizione di emigrazione che ha visto la gente di Lunigiana e principalmente di Montereggio, paese dei librai, abbandonare la propria terra per trovare occasioni di lavoro. Singolare e fertile esito di tale vicenda è stata la diffusione del libro, celato entro gerle di vimini, in un’Italia che a fatica costruiva la propria identità nazionale. A questa attitudine, che vede il libro incontrare la gente e soprattutto i giovani, resta fedele il premio organizzando presentazioni e incontri con le scolaresche italiane e con la popolazione per una promozione della lettura e dell’accesso alle librerie, il cui clima non asettico come quello dei grandi magazzini, induce alla riflessione e consente una scelta non dettata dagli input della pubblicità, ma dal ruolo del libraio che propone, indirizza ed aiuta a soddisfare i bisogni dei lettori.

L’albo d’oro del Bancarella

Copyright foto Saliko (GNU Free Documentation Licence; Wikipedia)